Perchè scegliere una ciclovacanza d’estate tra Austria e Ungheria?

26.03.2017

“Ma se oggi abbiamo fatto colazione in Ungheria, a mezzogiorno pranzeremo in Austria? La natura qui è troppo bella, ci fermeremo nel bosco ovunque ci troveremo”

Una ciclovacanza nella Pannonia ungherese e austriaca è l’occasione giusta per rigenerarsi al ritmo della natura.
Numerosi sono i parchi che si attraversano seguendo il confine: dal Parco Nazionale Orsegi vero fiore all’occhiello ungherese, al Natur Park Irottko dove sbizzarrirsi tra un sentiero e l’altro in bicicletta o a piedi, le foreste di betulle attraversate dalla Eurovelo13 la ciclabile della cortina di ferro “Iron Curtain Trail”, e l’immensa piatta pianura dove liberi sfrecciano branchi di caprioli.
Ricordo la sera del nostro arrivo a Szentgotthard quando, attraversando il parco Orsegi, mille occhi ci osservavano illuminati dai fari dell’auto.

Lo stupore di questi luoghi continua all’ingresso dei centri medievali di Koszeg, Sopron e Rust. Architetture barocche ci avvolgono: cupole, campanili, archi, ponti, stradine acciottolate dove passeggiare in silenzio. La tranquillità di questi posti è stata scelta anche dalle cicogne che vanno ad abbellire i camini con i loro nidi.

Il Transdanubio occidentale ungherese e il Burgenland austriaco sono anche ottimi centri vinicoli dove degustare vini locali come il Pinot nero e il Pannobile rosso, che vengono degustati insieme al tipico piatto ungherese, Goulash con Nokedli-galuska, spezzatino e gnocchetti bianchi buonissimi (una specie di spatzle). Per non parlare dei dolci che risentono dell’influenza austriaca e si presentano come un tripudio di cioccolato, panna e frutti di bosco, Krapfen con o senza marmellata, pastine di ogni genere e brioche dolci e salate.

Le terme sono sempre presenti e ogni hotel o struttura ricettiva ha il proprio centro benessere con saune di vario tipo e piscine di acqua termale.

E che dire del lago di steppa Neusiedlersee? E’ il paradiso degli amanti del birdwatching. La parte inferiore del lago si trova in territorio ungherese (a pochi km dalla “reggia di Versailles ungherese” l’antica residenza del conte Esterazy), mentre il restante 70% in Austria. Numerose torrette e punti di avvistamento sul lago e sui canneti, danno la possibilità di deliziarsi dal continuo andirivieni di centinaia di specie di volatili che qui scelgono di riposarsi e nidificare durante la loro annuale migrazione.
E ritorniamo al ritmo della natura…….

Link utili:
www.naturpark.hu
www.orseginemzetipark.hu
www.orseg.info
www.neusiedlersee.com

 

Scopri qui il nostro programma nella Pannonia ungherese e austriaca in collaborazione con Fiab Mogliano Veneto Vivere la bici
Ti aspettiamo il 22 luglio 2017 in partenza  per l’Ungheria!

p.s. Pannonische Natur Erlebnis Tage 7-9 april 2017. Giornate di incontro con la natura in Pannonia 7-9 aprile 2017