Da sapere

In questa sezione trovi le cose da sapere per organizzare la tua partenza: informazioni utili e consigli per viaggiare senza problemi in Italia e all’estero.

Oltre a queste informazioni di carattere generale, nelle schede viaggio pubblicate sul sito e nei programmi di viaggio, indicheremo sempre le cose da sapere specifiche per la ogni destinazione.

In linea generale, ti consigliamo di verificare sempre le informazioni, soprattutto relativamente alla situazione di sicurezza dei paesi e ai documenti per viaggiare, che sono soggetti a modifiche e aggiornamenti repentini. Puoi farlo sul sito ufficiale della Farnesina Viaggiare Sicuri.

Prima di partire

Per prenotare un viaggio scegli tra le proposte che trovi sul sito www.touraround.it oppure contattaci: il viaggio che cerchi potrebbe essere in programmazione, altrimenti lo possiamo creare su misura per te. Prima di prenotare leggi bene la descrizione, il programma di viaggio, le caratteristiche, la quota di partecipazione, le condizioni e le notizie utili. Contattaci se hai bisogno di consigli e di informazioni.

Quando hai deciso, invia una email di richiesta di prenotazione a info@touraround.it indicando il viaggio prescelto, la data e la città di partenza, i partecipanti ed eventuali richieste, per es. camera doppia o matrimoniale, allergie/intolleranze alimentari ecc. E’ importantissimo al momento della prenotazione comunicare il nome esatto dei partecipanti come riportato sul documento d’identità, anche con eventuali doppi nomi o doppi cognomi.

Riceverai una e-mail con la proposta di compravendita. Per accettarla e procedere con la tua richiesta di prenotazione, devi firmare la proposta di compravendita e saldare l’acconto e indicato sul preventivo o proposta di compravendita. Puoi effettuare il pagamento con bonifico bancario utilizzando gli estremi bancari che ti invieremo. Invia la proposta di compravendita firmata e la copia del bonifico via e-mail. Ti invieremo la conferma di prenotazione: a questo punto il tuo viaggio è prenotato.

Ricordati che 30 giorni prima della partenza devi effettuare il pagamento del saldo e inviarci la copia del bonifico via e-mail. Ricordati di indicare il nome (non serve il nome di tutti i partecipanti, è sufficiente la persona a cui è intestata la pratica) e il viaggio a cui si riferisce il saldo.

I nostri viaggi comprendono l’assicurazione di viaggio Allianz Global Assistance. All’atto della prenotazione, ti raccomandiamo di leggere attentamente le condizioni di assicurazione. Prima della partenza, verifica di essere in possesso del Certificato Assicurativo che vi sarà consegnato con gli altri documenti di viaggio, da portare con te durante il viaggio. In caso di sinistro, malattia o infortunio durante il viaggio, devi provvedere immediatamente a informare l’assicurazione comunicando il numero di polizza e seguendo le loro istruzioni. Scarica il modulo dell’assicurazione di viaggio.

Documenti di viaggio

I documenti per viaggiare sono la carta d’identità o il passaporto e, per alcuni paesi, il visto d’ingresso. Nelle notizie utili della scheda viaggio è indicato il documento richiesto ai cittadini italiani che si recano nella destinazione del viaggio. Per informazioni ufficiali sui documenti per viaggiare, rilascio del passaporto, documenti per i minori e cosa fare in caso di smarrimento o furto all’estero, visita la sezione Passaporto sul sito della Polizia di Stato.

Segnaliamo che alcune autorità di frontiera non accettano i viaggiatori in possesso della carta d’identità italiana con il timbro di proroga della validità e che la marca da bollo sul passaporto non è più richiesta. Dal 24 giugno 2014 è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario, pertanto tutti i passaporti, anche quelli già emessi, saranno validi fino alla data di scadenza riportata all’interno del documento per tutti i viaggi, inclusi quelli extra UE, senza che sia più necessario pagare la tassa annuale da € 40,29.

Segnaliamo a chi viaggia con minori che posso esserci particolari limitazioni per ciascun paese riguardanti la necessità di avere copia certificato di nascita o altri documenti vi preghiamo di verificarlo con largo anticipo prima della partenza.

Per avere tutte le informazioni e i documenti necessari per il Paese dove intendi recarti, inclusa l’indicazione per l’eventuale validità residua richiesta per il passaporto, ti raccomandiamo di visitare il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri.

Si consiglia – una volta giunti nel paese di destinazione – di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo ecc.). In caso di smarrimento o furto dei documenti, una copia può agevolare le procedure per il rilascio di documenti provvisori necessari per lasciare il paese.

I documenti di viaggio TourAround che ti verranno consegnati prima della partenza comprendono: il programma di viaggio con tutte le informazioni e i recapiti utili, eventuale itinerary receipt con i dati dei voli e il codice di prenotazione (PNR code), la polizza di assicurazione, le etichette bagaglio e del materiale informativo sulla destinazione.

Viaggiare sicuri

Per ottenere tutte le informazioni ufficiali sul paese dove intendi recarti, comprese situazioni di rischio, avvisi sulla sicurezza e documenti, ti raccomandiamo di visitare il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri.

Prima di partire, puoi inserire il tuo programma di viaggio sul sito Dove siamo nel mondo, un servizio del Ministero degli Affari Esteri che consente agli italiani che si recano temporaneamente all’estero di segnalare – su base volontaria – i dati personali, al fine di permettere all’Unità di crisi della Farnesina, nell’eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza, di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso. Il servizio è riservato ai cittadini italiani e la registrazione si può effettuare a partire da 30 giorni prima del viaggio.

In generale, è buona prassi lasciare i tuoi recapiti e l’itinerario di viaggio a persone fidate, da contattare in caso di necessità, nonché annotarsi i recapiti dell’ambasciata o degli uffici consolari italiani nel paese che si visita, reperibili nel sito Viaggiare Sicuri.

Quando sei all’estero, è buona norma adottare un comportamento rispettoso delle leggi e delle usanze locali: atteggiamenti normali nel tuo paese potrebbero non essere tollerati o essere fraintesi in ambienti culturali diversi. Per evitare situazioni spiacevoli e problematiche, informati sul paese che visiti e segui i consigli delle guide locali.

Salute in viaggio

Prima di mettersi in viaggio è di massima importanza conoscere le caratteristiche del paese ospitante e rivolgersi al proprio medico o alle strutture sanitarie preposte alla prevenzione delle malattie dei viaggiatori per ottenere indicazioni specifiche, specie se si rientra tra le categorie più sensibili (donne in gravidanza, bambini, persone affette da particolari patologie). Il medico saprà indicare eventuali profilassi e vaccinazioni da eseguire prima della partenza, che potrebbero richiedere alcune settimane per essere portate a termine; per questo è bene rivolgersi a un centro specializzato per tempo.

Esistono tuttavia, delle buone pratiche che possono aiutare a prevenire le malattie del viaggiatore. Molte delle malattie del viaggiatore si diffondono tramite l’ingestione di acqua o cibi contaminati. Per prevenire questa forma di trasmissione, l’Organizzazione mondiale della sanità ha stilato un decalogo che è valido in tutti i luoghi, ma ancor più in quelle aree in cui sono più diffuse le malattie del viaggiatore:

  • scegliere i prodotti che abbiano subito trattamenti idonei ad assicurare l’innocuità (ad esempio latte pastorizzato o trattato ad alte temperature)
  • cuocere bene i cibi in modo che tutte le parti, anche le più interne raggiungano una temperatura di almeno 70 gradi
  • consumare gli alimenti immediatamente dopo la cottura
  • gli alimenti cotti, se non vengono consumati subito, vanno immediatamente conservati in frigorifero. La permanenza in frigorifero deve essere limitata; se il cibo deve essere conservato per lungo tempo è preferibile congelarlo
  • i cibi precedentemente cotti vanno riscaldati rapidamente e ad alta temperatura prima del consumo
  • evitare ogni contatto tra cibi crudi e cotti
  • curare l’igiene delle mani per la manipolazione degli alimenti
  • fare in modo che tutte le superfici della cucina, gli utensili e i contenitori siano puliti
  • proteggere gli alimenti dagli insetti, dai roditori e dagli altri animali
  • utilizzare solo acqua potabile.

Molte insidiose malattie infettive sono trasmesse dagli insetti, dalle zanzare in particolare. Per questa ragione, i comportamenti in grado di prevenire la puntura delle zanzare sono un’efficace strategia di protezione. Se ci si reca in paesi in cui sono diffuse malattie che vengono trasmesse dalla puntura di zanzare, è opportuno:

  • evitare, se possibile, di uscire tra il tramonto e l’alba (è il periodo in cui l’attività delle zanzare è più intensa)
  • indossare abiti di colore chiaro, con maniche lunghe e pantaloni lunghi che coprano la maggior parte del corpo
  • evitare l’uso di profumi che possono attirare gli insetti
  • applicare repellenti per insetti sulle porzioni di pelle esposte. In tal caso occorre fare particolare attenzione se si impiegano sui bambini o su persone allergiche a specifici componenti
  • alloggiare preferibilmente in stanze dotate di condizionatore d’aria o, in mancanza di questo, di zanzariere alle finestre
  • usare zanzariere sopra il letto e impregnarle con insetticidi
  • spruzzare insetticidi nelle stanze o usare diffusori di insetticida.

Sul sito del Ministero della Salute sono disponibili informazioni e risorse per i viaggiatori:

Nei paesi dove l’assistenza sanitaria è a pagamento, assicurati che la polizza di assicurazione abbia un massimale sufficiente per coprire i costi che dovrai anticipare in caso di ricovero, cure e interventi medici. Questo vale soprattutto per paesi come gli Stati Uniti, dove i costi ospedalieri sono esorbitanti.

Ricordati di portare con te una scorta sufficiente delle tue medicine indispensabili (salvavita, pressione, cuore ecc.) e segnati il principio attivo di ciascun farmaco, nel caso dovessi acquistarle all’estero, dove il nome commerciale può essere diverso.

Bagaglio a mano e registrato

Ricordati di apporre le etichette bagaglio, che ti verranno consegnate con i documenti di viaggio alle tue valigie, indicando nome cognome, indirizzo e recapito telefonico. Sono fondamentali per identificare il bagaglio in caso di smarrimento e servono anche ad autisti, accompagnatori, guide e facchini per individuare i tuoi bagagli durante il viaggio.

Ti consigliamo di tenere nel bagaglio a mano un cambio indumenti (utile in caso di ritardata consegna o smarrimento del bagaglio imbarcato in stiva) e tutti gli effetti personali di valore e importanti, quali ad esempio i medicinali dei quali non puoi fare a meno.

Articoli consentiti in cabina (bagaglio a mano)

Le dimensioni e il peso del bagaglio a mano, variano in base alla compagnia aerea. In linea generale, è consentito portare in cabina un solo bagaglio a mano, la cui somma delle dimensioni (altezza+spessore+larghezza) non superi complessivamente 115 cm. Se il bagaglio supera tali misure, dovrà essere imbarcato in stiva. Al passeggero è consentito inoltre, salvo particolari restrizioni della compagnia aerea, portare con sé a bordo ulteriori articoli, come ad esempio: borsetta o borsa portadocumenti o PC portatile, apparecchio telefonico mobile, altri apparati elettrici/ elettronici di piccole dimensioni, di uso abituale, soprabito o impermeabile, ombrello, stampelle o altro mezzo per deambulare, articoli da lettura per il viaggio, culla portatile/passeggino e latte/cibo per bambini, necessario per il viaggio, articoli acquistati presso i “duty free” ed esercizi commerciali all’interno dell’aeroporto e sugli aeromobili, medicinali liquidi/solidi indispensabili per scopi medico terapeutici e dietetici strettamente personali e necessari per la durata del viaggio – per i medicinali liquidi è necessaria apposita prescrizione medica, sostanze liquide nei limiti consentiti.

Mentre non vi sono limitazioni per i liquidi inseriti nel bagaglio registrato, i liquidi consentiti nel bagaglio a mano sono invece in quantità limitata. Essi devono infatti essere contenuti in recipienti aventi ciascuno la capacità massima di 100 ml (1/10 di litro) od equivalenti (es. 100 g) e inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacità non superiore ad 1 litro (ovvero con dimensioni pari ad esempio a circa cm 18 x 20). Per ogni passeggero (infanti compresi) sarà permesso il trasporto di un solo sacchetto di plastica. I liquidi comprendono:  acqua ed altre bevande; minestre, sciroppi ; creme, lozioni ed oli; profumi; spray; gel, inclusi quelli per i capelli e per la doccia; contenuto di recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, altre schiume e deodoranti; sostanze in pasta, incluso dentifricio; miscele di liquidi e solidi; mascara;  ogni altro prodotto di analoga consistenza.

Le regole comunitarie non pongono alcun limite alle sostanze liquide, come bevande e profumi, che si possono acquistare presso i negozi e duty free situati nelle aree poste oltre i punti di controllo e a bordo degli aeromobili utilizzati da compagnie aeree comunitarie. È raccomandabile non aprire prima di essere arrivati alla destinazione finale i prodotti acquistati e contenuti in sacchetti sigillati. In caso contrario, transitando presso gli eventuali aeroporti intermedi, i liquidi acquistati potrebbero essere sequestrati ai controlli di sicurezza. I prodotti liquidi acquistati presso i negozi e i duty free di aeroporti extracomunitari, nonché al di fuori di Norvegia, Islanda e Svizzera, possono essere confiscati negli eventuali scali di transito comunitari qualora non sussista l’equiparazione delle misure di sicurezza tra il Paese interessato e l’Unione europea. In caso di voli diretti, invece, i liquidi possono essere regolarmente trasportati a bordo.

Articoli non consentiti in cabina

Armi, mazze, oggetti con spigoli e oggetti taglienti (coltellini, forbici, tagliaunghie, rasoi ecc.), sostanze esplosive o altamente infiammabili, sostanze chimiche e tossiche.

Bagaglio da spedire a seguito del passeggero (bagaglio registrato)

Le condizioni variano in base alla compagnia aerea e alla classe di prenotazione. Generalmente, in classe economica è consentito un bagaglio registrato – che viaggia nella stiva dell’aeromobile – per persona del peso massimo di 23 kg , la cui somma delle dimensioni (altezza+spessore+larghezza manico, tasche e ruote inclusi) non superi complessivamente 158 cm. Si raccomanda di applicare sempre l’etichetta bagaglio con i recapiti. Se si superano i limiti imposti, viene richiesto il pagamento di un supplemento bagaglio.

Modalità di reclamo

In caso di mancata riconsegna/danneggiamento del bagaglio registrato, consegnato al momento dell’accettazione e per il quale viene emesso il “Talloncino di Identificazione Bagaglio”, all’arrivo a destinazione si deve aprire un rapporto di smarrimento o di danneggiamento bagaglio facendo contestare l’evento, prima di lasciare l’area riconsegna bagagli, presso gli Uffici Lost and Found dell’aeroporto di arrivo, compilando gli appositi moduli, comunemente denominati P.I.R – Property Irregularity Report.

Smarrimento del bagaglio – Se entro 21 giorni dall’apertura del “Rapporto di smarrimento bagaglio” non fossero state ricevute notizie sul ritrovamento, inviare tutta la documentazione di seguito specificata all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento.

Ritrovamento del bagaglio smarrito – In caso di ritrovamento del bagaglio, entro 21 giorni dalla data di effettiva avvenuta riconsegna, inviare tutta la documentazione di seguito specificata all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento delle spese sostenute.

Documentazione necessaria per entrambi i casi:

  • il codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l’originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;
  • l’originale del P.I.R rilasciato in aeroporto;
  • l’originale del talloncino di identificazione del bagaglio e la prova dell’eventuale avvenuto pagamento dell’eccedenza del bagaglio;
  • un elenco del contenuto del bagaglio nel caso di bagaglio smarrito;
  • un elenco dell’eventuale contenuto mancante nel caso di bagaglio ritrovato;
  • gli originali degli scontrini e/o ricevute fiscali nei quali sia riportata la tipologia della merce acquistata (in relazione alla durata dell’attesa) in sostituzione dei propri effetti personali contenuti nel bagaglio;
  • indicazione delle coordinate bancarie complete: nome e indirizzo della Banca, codici IBAN, ABI, CAB, numero di C/C, codice SWIFT nel caso di conto estero e nome del titolare del conto corrente;
  • se i suddetti dati non si riferiscono all’intestatario della pratica, specificare anche l’indirizzo di residenza, numero di telefono, numero di fax (se disponibile), l’indirizzo e-mail (se disponibili).

Per ulteriori dettagli sulle disposizioni vigenti in materia di bagagli nel trasporto aereo, puoi consultare la Carta dei diritti dei passeggeri.

Cosa fare in aeroporto

Ti raccomandiamo di presentarti in aeroporto almeno 2 ore prima della partenza del volo, presso il banco della compagnia aerea per il disbrigo delle pratiche d’imbarco (check-in), munito di documento d’identità valido e copia dell’itinerario di viaggio (biglietto di viaggio).

In conformità alle disposizioni IATA (International Air Transport Association), l’associazione internazionale che rappresenta 240 compagnie aeree e il 94 % del traffico aereo internazionale di linea, dal 1° giugno 2008 non si emettono più biglietti aerei cartacei. Questi sono stati sostituiti dai biglietti elettronici che garantiscono un metodo più efficiente di gestione del trasporto aereo e un servizio migliore per il viaggiatore.

Il biglietto elettronico contiene tutte le informazioni che prima erano stampate sul biglietto cartaceo. L’unico foglio di cui ora si ha bisogno è l’itinerary receipt che vi verrà consegnato con i documenti di viaggio. Riporta i dati della prenotazione e il codice della prenotazione, molto importante, perché viene richiesto al check-in.  Custodisci con cura l’itinerary receipt e presentalo al check-in.

E’ importantissimo al momento della prenotazione comunicare il nome esatto dei partecipanti come riportato sul documento d’identità, anche con eventuali doppi nomi o doppi cognomi.

In caso di sciopero, ritardo prolungato, cancellazione del volo o negato imbarco, sono previste forme di assistenza e tutela del passeggero. Per maggiori informazioni consulta la Carta dei diritti dei passeggeri, che riporta, inoltre, le recenti disposizioni emanate dall’Unione europea sui diritti delle persone diversamente abili o a mobilità ridotta, le regole in materia di controlli di sicurezza aeroportuale e di sorveglianza degli operatori esteri.

Valuta e disposizioni doganali

Le merci circolano liberamente all’interno dell’Unione doganale, che è alla base dell’Unione Europea (UE), conformemente alle regole del mercato interno e alle disposizioni della politica commerciale comune. Quando si viaggia nel resto del mondo, al di fuori dei confini dell’Unione Europea, è importante informarsi sulle disposizioni doganali che riguardano i prodotti che si possono importare, i limiti per l’importazione di tabacco, alcol e bevande alcoliche per non incorrere nel pagamento di dazi doganali, animali, prodotti di origine animale e vegetale, specie protette.

La Carta Doganale del Viaggiatore (edizione gennaio 2015) dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli è uno strumento di facile e pronta consultazione per conoscere le principali disposizioni doganali per tutti coloro che arrivino o partano dal nostro Paese, per essere in grado di predisporre in anticipo gli eventuali documenti necessari.

Ai sensi del Reg. CE/1889/2005 e del Dlgs. 195/2008, ogni persona fisica in entrata o in uscita dall’Unione Europea ha l’obbligo di dichiarazione in Dogana delle somme di denaro contante e strumenti negoziabili al portatore trasportati d’importo pari o superiore a 10.000 euro, mediante l’apposito modulo di Dichiarazione.

L’acquisto di valuta estera è generalmente più conveniente presso la propria banca in Italia. Gli uffici di cambio situati presso aeroporti e stazioni generalmente applicano tassi di cambio meno favorevoli. In genere, è consigliabile cambiare la valuta una volta giunti nel paese estero di destinazione, facendosi consigliare dalla guida locale o da una persona fidata del posto i cambiavalute che applicano tassi più favorevoli.

In quasi tutti i paesi è possibile prelevare contanti in valuta locale almeno nella capitale e nelle città principali, dove si trovano banche e sportelli Bancomat (in inglese ATM – Automatic Teller Machine, Cash Dispenser o Cash Machine), che applicano commissioni più favorevoli della maggior parte delle carte di credito. Nelle località più piccole e remote prelevare contante potrebbe essere difficile o impossibile; ti consigliamo di portare una scorta sufficiente di denaro contante.

Nella maggior parte dei paesi, le carte di credito più diffuse (Visa, Mastercard ecc.) sono generalmente accettate negli alberghi di catene internazionali, nei negozi più importanti e in molti ristoranti e locali frequentati da turisti. Tuttavia, è bene essere preparati a pagare in contanti o a prelevare del denaro contante nel caso non fossero accettate.

Telefonare e navigare all’estero

Ormai è possibile utilizzare il proprio telefono cellulare nella maggior parte dei paesi del mondo, ma bisogna fare attenzione alle tariffe. Al di fuori dell’Europa, una chiamata può costare carissima: è consigliabile verificare con il proprio operatore telefonico la possibilità di aderire a opzioni e piani speciali per telefonare dal paese che si visita.

In alternativa, prima della partenza si possono acquistare dal tabaccaio delle carte telefoniche internazionali da utilizzare per chiamare a tariffe più convenienti da telefono fisso, sia pubblico che privato, e dal cellulare. Per telefonare bisogna chiamare il numero indicato sulla scheda, digitare il codice di accesso seguito dal numero di telefono completo di prefisso internazionale (0039 per l’Italia). Un’altra opzione sono le sim degli operatori di telefonia mobile globale come Zeromobile o TravelSim, che offrono la possibilità di telefonare dall’estero direttamente dal proprio cellulare a tariffe contenute, che variano in base al paese. Verifica sempre i costi prima di aderire alle offerte!

Una volta arrivati sul posto, può convenire l’acquisto di una sim card locale per chiamare e ricevere durante la permanenza all’estero. Se viaggiate con un dispositivo mobile, la soluzione più economica per navigare in Internet, ma anche per chiamare – con le app come Skype e Whatsapp – è attraverso il collegamento wi-fi disponibile gratuitamente nella maggior parte degli hotel, dei ristoranti e dei locali pubblici di molti paesi.