Il clima in Olanda, le nuvole e la luce

17.07.2015

“Qui c’è da dipingere per tutta una vita!”
così scrisse Claude Monet durante il suo soggiorno in Olanda nell’estate del 1871.

L’Olanda, con la sua lunga costa bagnata dal Mare del Nord, presenta un tipico clima temperato atlantico. L’influsso del mare determina inverni non troppo freddi ed estati non troppo calde con una costante umidità nell’aria.
Se visiti l’Olanda d’estate, metti in valigia gli indumenti giusti, in modo da non bagnarti se arriva un acquazzone pomeridiano improvviso.
Forse l’Olanda non è conosciuta per il suo bel clima, ma è famosa per i suoi cieli meravigliosi. In passato gli incantevoli cumuli hanno ispirato molti celebri pittori olandesi tanto che gli appassionati d’arte conoscono questo tipo di nubi con il nome “nuvole di Ruisdael“, dal noto artista del 17° secolo Jacob van Ruisdael.
Le nuvole e i loro nomi
La lingua olandese possiede numerosi nomi per i diversi tipi di nuvole. Generalmente esse prendono nome dagli oggetti a cui assomigliano: nuvole a cavolfiore, nuvole a pecorelle, nuvole a incudine o nuvole accatastate. Ed è semplice capire perché le chiamano in questo modo.
La luce olandese
Cosa rende veramente così speciale la luce in Olanda, da attirare generazioni di artisti? Secondo alcuni l’Olanda possiede talmente tanta acqua da riflettere la luce verso le nuvole. Qualcuno sostiene che la luce è cambiata perché molte aree paludose in Olanda sono state trasformate in polder e i riflessi non sono più gli stessi. Altri affermano che sono i cieli grigi ricchi di acqua a provocare l’affievolimento del forte contrasto. E quando il sole penetra sembra che il paesaggio venga innalzato in quel punto specifico. Qualunque ne sia il motivo, i cieli olandesi regalano una vista spettacolare.   www.holland.com

Catturiamo la luce e le nuvole con “scatti d’autore” ispirati dal paesaggio, in sella alla nostra bicicletta su www.touraround.it