Bike tour: i percorsi dell’architettura: da Palladio a Carlo Scarpa

Villa Emo, ad una decina di chilometri da Castelfranco, costituisce uno dei capolavori assoluti di Andrea Palladio nell’architettura di villa.
Tomba Brion ad Altivole: nella frazione di San Vito, a pochi chilometri da Castelfranco e da Asolo, si visita la tomba monumentale Brion, opera di Carlo Scarpa.

Programma

Un tracciato semplice in pianura. In bicicletta raggiungiamo Villa Emo a Fanzolo, ad una decina di chilometri da Castelfranco, che costituisce uno dei capolavori assoluti di Andrea Palladio nell’architettura di villa. Costruita nel 1560, è una delle poche fabbriche dell’architetto interamente finita; essa esprime perfettamente l’esigenza di rappresentatività e funzionalità agricola che è alla base del concetto stesso di Villa nel Veneto del Cinquecento.
L’edificio è costituito da un corpo centrale e da due barchesse laterali. Il corpo residenziale è impreziosito dagli stucchi di Alessandro Vittoria e dagli eleganti affreschi di Giovan Battista Zelotti (1565 circa) che proprio qui realizza il suo capolavoro.

A pochi km raggiungiamo la Tomba Brion ad Altivole.  Nella frazione di San Vito, si può visitare la tomba monumentale Brion, opera di Carlo Scarpa (1906–1978), uno dei più grandi architetti contemporanei; egli in questo lavoro riversa, anche grazie alla disponibilità di mezzi e di spazi, tutta la sua vasta cultura architettonica, artistica, letteraria, oltre alla sua profonda esperienza artigianale. Tutti i materiali utilizzati, l’acqua e la luce – che rivestono un ruolo fondamentale nella realizzazione dell’opera – riescono a trasmettere al visitatore il senso del colore, la sensibilità della forma, l’idea dell’organizzazione dello spazio, una sensazione di equilibrio e serenità difficilmente descrivibili a parole.

Mappa del paese