Il museo della battaglia di Vittorio Veneto, salita in bicicletta alla Perdonanza Stellung

Il Museo della battaglia  con il rinnovato allestimento, mostra un percorso veramente emozionale. Saliamo in bicicletta alla Perdonanza Stellung una trincea difensiva rimasta ancora oggi intatta.

Programma

Nato dalla donazione di un Ragazzo del ’99, Luigi Marson, il museo apre nel 1938 con una raccolta di oggetti, armi, divise e documenti della Grande Guerra.
Luogo unico nel suo genere, custodito nella cornice di un edificio rinascimentale affrescato nel cuore di ceneda uno dei due centri storici di Vittorio Venete.
Il Museo offre oggi, dopo il rinnovato allestimento, un percorso immersivo ed emozionale.

Salita in bicicletta (possibilità di noleggio e-bike) per il percorso della Perdonanza.
Oltre al Museo della Battaglia recentemente restaurato, attraverso un suggestivo percorso nella natura, si raggiunge anche un sito militare costruito durante l’occupazione: la Perdonanza Stellung, trincea di difesa. Di stellung è disseminato l’Altopiano carsico, il Massiccio del Grappa, la linea di difesa dolomitica. Tale temine viene frequentemente ritrovato nella cartografia militare del tempo. Nello specifico la contiguità della zona di Vittorio Veneto alla linea del Piave (area nevralgica della logistica e dei comandi divisionali), imponeva l’apprestamento di aree di difesa che si affacciassero sulla piana di Sernaglia e del Soligo. La località Perdonanze per orografia specifica, si prestava particolarmente a questo scopo. La trincea “Perdonanzestellung” è stata costruita da truppe austroungariche nel 1918, per completare la cintura delle posizioni fortificate che circondavano Vittorio Veneto da ovest, e fa parte di un intero sistema che ne comprende altre simili. La trincea restaurata rappresenta quindi un’appendice rilevante del Museo della Battaglia, quale esempio di sito museale all’aperto.

Mappa del paese