Sicilia incantata

Bagli ottocenteschi, uliveti a perdita d’occhio, sentieri lungo la Riserva dello Zingaro.
E ancora templi e teatri della Magna Grecia, piazze, fontane e balconi. Mazara del Vallo uno dei principali porti pescherecci d’Italia

Descrizione

Un itinerario in terra di Sicilia, a Trapani e provincia fino a Marsala. Questo percorso ci porta in una delle più suggestive Riserve Naturali della zona, la Riserva dello Zingaro, che percorriamo a piedi lungo un sentiero costiero immersi nella macchia mediterranea profumata. Visitiamo Selinunte, antica colonia greca e Segesta grandioso tempio solitario costruito in stile dorico come i grandi templi greci. Assaggiamo la deliziosa cucina trapanese condizionata dalla millenaria mescolanza di razze e tradizioni. In bicicletta conosciamo la città di Trapani fino a sfiorare la Riserva Naturale Orientata delle saline di Trapani e Paceco. Percorriamo i luoghi più suggestivi dell’isola di Favignana e per finire approdiamo all’isola di Mozia l’antica colonia fenicia. Il nostro soggiorno si conclude con una festa contadina in un Baglio dove tutt’oggi la vita scorre al ritmo della natura.

Programma

1° giorno
Milano (o Bergamo) – Trapani

Nel pomeriggio partenza dagli aeroporti prescelti per Trapani.
Arrivo a Trapani in serata. Ad Attendervi in aeroporto una persona incaricata che ci accompagna in città a Trapani. Sistemazione in un Bed and breakfast situato in un Palazzo storico del centro di Trapani. A piedi passeggiata fino a raggiungere la trattoria che questa sera ci ospiterà per la cena.
Pernottamento in hotel.

2° giorno
Trapani – Segesta – Trapani
Colazione in hotel
In bicicletta: questa mattina ritiriamo le nostre biciclette e dopo un breve briefing con la nostra guida si parte alla scoperta di questa città attraverso le vie del centro storico che negli ultimi anni è stato valorizzato. Notevole è il patrimonio storico, architettonico ed artistico. In bici arriviamo fino al Mulino Maria Stella, appena fuori Trapani fino a sfiorare il punto iniziale della Riserva Naturale orientata delle saline di Trapani e Paceco. Rientriamo a Trapani. Pranzo libero.
Pomeriggio partiamo per raggiungere il tempio di Segesta. Il grandioso tempio solitario in stile dorico e il teatro sono il luogo ideale dove meditare. Il parco archeologico dispone di una navetta per raggiungere il teatro che si trova in cima ad una collina. Se vogliamo possiamo scendere a piedi con una passeggiata.
Rientro a Trapani e cena in una tipica trattoria, solitamente frequentata dalla gente del posto.
Pernottamento

3° giorno
Trapani – San Vito lo Capo – Riserva dello Zingaro – Erice – Marsala
Colazione in hotel.
Questa mattina si parte in direzione nord verso San Vito lo Capo. La strada si snoda tra panorami mozzafiato con il monte Cofano che fa da cornice.
Arriviamo a San vito lo capo, ma proseguiamo fino all’ingresso della Riserva della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro.
A piedi: La Riserva è stata fondata nel 1981, grazie alla manifestazione di vari gruppi ambientalisti che hanno impedito la realizzazione di una strada costiera. Le varie specie endemiche di flora e fauna, nonché la bellezza paesaggistica della costa, con le sue numerose calette, fanno della Riserva uno dei luoghi più frequentati dai visitatori, locali, nazionali e stranieri. Passeggiamo lungo un facile sentiero tra piante, fiori e alberi, insomma in un giardino. La guida ci porta fino ad una grotta preistorica dove la presenza dell’uomo è documentata con graffiti e tracce di materiali usati dall’uomo.
Rientro a San Vito lo Capo dopo 2 orette e mezzo.  Tempo libero.
Partenza per Erice, rocca incantata situata in alto su un promontorio con il mare davanti. Visita di Erice.
Proseguiamo per Marsala dove oggi ci sistemiamo in un’antica dimora ristrutturata con cura e passione. All’interno, nelle stanze e nei luoghi comuni mobili e oggetti d’epoca arredano la casa della splendida terra di Sicilia. Sistemazione nelle camere riservate.
Passeggiata lungo le stradine del centro storico di Marsala. Cena in una trattoria, solitamente frequentata dagli abitanti del posto. Pernottamento.

4° giorno
Marsala – Selinunte – Mazzara del Vallo – Marsala
Colazione in hotel.
Partenza in direzione sud, fino a raggiungere il piccolo paesino di Marinella di Selinunte. Visita del Parco Archeologico di Selinunte che ha una superficie di 270 ettari ed è il più grande del Mediterraneo e d’Europa. L’antica Sèlinus fu fondata nel 650 a.C. da coloni greci provenienti da Megera Hyblea, guidati dal condottiero, l’ecista Pàmmilo. Il nome della città deriva del greco sèlinon (prezzemolo). Fu la colonia più occidentale dei greci in Sicilia. Il parco archeologico è vasto e insieme alla guida percorreremo le tappe più importanti della sua storia.
Siamo nei pressi di Castelvetrano e non può mancare una sosta pranzo per assaporare i prodotti tipici di un agriturismo immerso nel verde dei terreni circostanti, ricchi di agrumeti e uliveti. Qui è famoso il pane nero di Castelvetrano, come anche formaggi, confetture e gelatine, pomodori secchi, olive condite, caponata di melanzane, patè di olive verdi e nere, agrumi appena raccolti, fichi e fichi d’india, ortaggi di vario genere, capperi e naturalmente l’olio extra vergine di oliva biologico.
Partenza per Mazara del Vallo, famosa per la flotta di pescherecci più importante d’Italia, ma che conserva anche un antico passato.
Mazara del Vallo, sorge sulla costa meridionale della Sicilia, lungo il porto canale del fiume Màzaro. Nell’antichità fu emporio e avamposto di Selinunte e nell’anno 827 vi sbarcarono gli arabi provenienti dall’Africa settentrionale, che da qui iniziarono la conquistata della Sicilia.
La struttura urbanistica è tipicamente magrebina, con stradine strette e tortuose proprio come una Medina araba. Di particolare interesse è la visita della Cattedrale, del XI sec. ma ampiamente rimaneggiata tra il XVII e XVIII secolo. Rientro a Marsala.
Passeggiata in centro.
Cena libera (non inclusa)
Pernottamento

5° giorno
Marsala – Favignana – Marsala
Mattino presto imbarco a bordo dell’Aliscafo per l’isola di Favignana. Arrivo al porto di Favignana e ritiro delle biciclette. Ci aspetta una mattinata di panorami emozionanti.
In bicicletta: con la guida giriamo nei pressi del paese e delle cave. Arriviamo fino ad una delle tante spiaggette.
Favignana, perla del Mediterraneo, fa parte della riserva naturale delle isole Egadi ed è caratterizzata da un mare cristallino e da numerose cale.
Favignana è famosa anche per le cave di tufo. Il tufo fu per secoli la prima fonte di guadagno per l’isola e non solo, insieme a pesca e agricoltura. All’interno delle cave si muovevano abilissimi cavatori e tutto intorno manovali, carrettieri, marinai delle tre isole e di Trapani. Non si sa con esattezza a quando risalga lo sfruttamento del sottosuolo isolano: i vecchi ne parlano come di un’attività da sempre presente nell’isola.
Visita della tonnara da poco ristrutturata. Nel pomeriggio rientro a Marsala in Aliscafo. Cena in una trattoria di Marsala. Pernottamento.

6° giorno
Marsala – Mozia – Trapani
Colazione in hotel. Rilascio delle camere.
E’ l’ultimo giorno, ma ricco di cose da vedere e gustare. Dopo un breve trasferimento in minibus imbarco per l’isoletta di Mozia, l’antica colonia fenicia e punica. Ingresso alla Fondazione Whitaker che gestisce l’isoletta di Mothia. Acquistata l’isola nel 1902, Giuseppe Whitaker ne comprese il valore immenso portando alla luce un po alla volta i resti della presenza dei Fenici in Sicilia Occidentale, al centro del Mediterraneo. I resti erano sepolti sotto un sottile strato di terreno agricolo. Famoso è il ritrovamento nel 1979 della statua del “Giovane di Mozia”, un capolavoro dell’arte greca, rinvenuto da una missione dell’Università di Palermo.
Lasciamo Mozia e rientriamo in terraferma per la sosta pranzo degustazione presso un antico baglio della provincia di Trapani. Il baglio, nasce nel ´700 come luogo fortificato dove tutelare il raccolto della piana, e l’annesso frantoio.
Arrivo al Baglio e breve degustazione della produzione d’olio di oliva locale. Pranzo accompagnato dai racconti sul baglio dove, ancora oggi, ritmi antichi scandiscono le ore della vita contadina. Da provare assolutamente il pane cunzato.
Dopo il pranzo trasferimento in aeroporto a Trapani e partenza per Milano (o Bergamo). Arrivo agli aeroporti prescelti. Fine dei servizi.

L’ordine delle visite potrebbe subire modifiche senza alterarne il contenuto.

Mappa del paese

Caratteristiche del viaggio

Esperta guida in loco: la guida locale che segue questo viaggio è una persona con un’ottima esperienza e conoscenza della storia, dell’arte e dei luoghi visitati e riesce a trasmettere queste cose in modo naturale e chiaro. Più volte utilizzata per i nostri programmi con ottimi e ampi consensi, la guida fa da coordinatore e mediatore, riservando una cura particolare al contatto con la gente del posto per vivere in modo più autentico la vostra esperienza. Proprio per la sua versatilità questa guida si occupa anche di seguirvi durante le visite svolte in bicicletta e a piedi.
Trasporti: con pullman/pulmino privati e autista.
Pasti: l’elemento fondamentale della cultura siciliana è l’ospitalità che si esprime soprattutto attraverso l’offerta di tutto ciò che può essere gradito a colui che viene da fuori, il visitatore. I pasti sono sempre abbondanti e vari ma soprattutto preparati con ingredienti freschi e genuini. La scelta delle trattorie è fatta sulla base di conoscenze del luogo e vengono privilegiati i posti frequentati dalla gente del posto. Eventuali richieste particolari vanno segnalate in anticipo (vegetariani, intolleranze o altro).
Pernottamenti: una particolare cura viene invece prestata nella scelta delle sistemazioni, prediligendo ove possibile costruzioni d’epoca ristrutturate situate il più possibile in contesti tranquilli ma centrali.

Date e luoghi di partenza

Partenze da Bergamo e Treviso (da altre città su richiesta)

26 Giugno – 01 luglio 2015
17 – 22 luglio 2015
31 Luglio – 05 agosto 2015
11 – 16 settembre 2015

14-18 ottobre 2015
29 dicembre 2015 – 02 gennaio 2016

 

 

Quota di partecipazione

Quota individuale di partecipazione in camera doppia sulla base di 15 partecipanti
Quota di partecipazione in camera doppia (voli esclusi) Euro 765,00
Supplemento camera singola Euro 100,00
Assicurazione annullamento viaggio  3% dell’importo viaggio
Voli low cost a persona (bagaglio da stiva escluso) a partire da Euro 160,00

***il programma può essere fatto anche individualmente (quote su richiesta)***

  • La quota comprende:
    2 pernottamenti a Trapani e 3 a Marsala in strutture situate in centro storico con trattamento di pernottamento e prima colazione in hotel;
    pranzi e cene come indicato in programma a base di prodotti tipici e freschi della regione bevande incluse;
    Visite come da programma con esperta guida tesserata, ingressi esclusi;
    Pullman riservato per le visite indicate;
    aliscafo per Favignana incluso;
    ingressi e traghetto per Mozia;
    Assicurazione assistenza medica e bagaglio
    Documenti di viaggio: programma, etichette bagaglio, materiale informativo
  • La quota non comprende:
    voli low cost quotati a parte e soggetti a disponibilità, facchinaggio in hotel, mance, pasti non indicati, ingressi circa 35/40 euro a persona, tassa di soggiorno in hotel, tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”

Iscrizioni:
TourAround, Rossana Faggian
m 3395259031
e info@touraround.it

Condizioni speciali:
termini di pagamento
acconto del 30% alla conferma viaggio
saldo 1 mese prima della data di partenza
Penali in caso di cancellazione:
dalla conferma a 40 giorni prima della partenza penale del 40% della quota individuale di partecipazione + assicurazione
da 39 a 30 giorni prima della partenza penale del 50% della quota individuale di partecipazione + assicurazione
da 29 a 15 giorni prima della partenza penale del 75% della quota di partecipazione + assicurazione
da 14 alla data di partenza penale del 100% della quota di partecipazione + assicurazione

 

 

Scheda tecnica

Per i termini e le condizioni generali si rimanda alla scheda tecnica e alle condizioni di vendita pubblicate sul sito.

 

Documenti necessari ai cittadini italiani: passaporto o carta d’identità in corso di validità.

Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’articolo 17 della legge n. 38/2006:
“La legge italiana punisce con la pena delle reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero”

Notizie utili

Informazioni utili: Sicilia
Documenti: passaporto o carta d’identità in corso di validità.
Assicurazioni: Per quanto riguarda le disposizioni assicurative vi invitiamo a leggere con attenzione la relativa polizza. In caso di sinistro, malattia o infortunio durante il viaggio, Vi preghiamo di provvedere immediatamente a informare l’assicurazione comunicando il numero indicato nella polizza ricevuta con i documenti di viaggio.
Disposizioni sanitarie: Si raccomanda di portare con se i farmaci di uso proprio.
Clima: caldo secco da Maggio Giugno fino ai primi di Ottobre. La sera è megòio avere un golfino sulle spalle.
Abbigliamento consigliato: si consiglia un abbigliamento sportivo leggero con abiti pratici e scarpe comode. Il costume da bagno non deve mancare. Per la sera una felpa.
Da non dimenticare: cappello, occhiali da sole, kway o giacca impermeabile in caso di maltempo, macchina fotografica, crema da sole e costume da bagno.
Fuso orario: nessun fuso
Valuta: La moneta locale è l’euro.
Carta di credito: diffusa ed accettata quasi ovunque, negli hotel e nei ristoranti più importanti.
Prodotti tipici e cucina: la cucina del trapanese soddisfa i palati più esigenti anche perchè dietro ai fornelli si trovano chef preparati e appassionati. Tanto pesce, pasta fresca fatta a mano, ortaggi, formaggi e vini eccellenti. In Sicilia si trovano anche diversi presidi slow food. E poi il cous cous di San Vito lo Capo dove a settembre si svolge l’omonimo festival il Cous Cous Fest che richiama chef da ogni angolo del Mediterraneo. A Favignana “il mare è in tavola” così è scritto sul menù di quasi tutti i ristoranti dell’isola. Così anche le “busiate” la pasta fresca condita con il pesto alla trapanese fatto con il pomodoro, mandorle, aglio, pangrattato e olio extra vergine d’oliva, o le polpette di pesce. Da nominare a Castelvetrano il famoso pane nero, presidio slow food, pane cotto a legna dalla crosta color caffè che nasce dalla miscela di due farine macinate a pietra. Cose da non perdere: il tipico vino marsala delle cantine Florio sul lungomare di Marsala che viene servito ovunque nelle trattorie e ristoranti della zona e una degustazione di oli in un baglio tradizionale.

Per tutte le altre informazioni generali per viaggiare, consulta la nostra sezione Da sapere.

Ispirazione al viaggio

La Sicilia regala sempre il meglio di se stessa con percorsi da scoprire in bici o a piedi. Se ami il sole, il caldo secco e i colori del mediterraneo questo itinerario fa per te. A piedi lungo un sentiero costiero della Riserve Naturali dello Zingaro, immersi nei profumi della macchia mediterranea. L’imponente sito archeologico di Selinunte antica colonia greca e Segesta grandioso tempio solitario costruito in stile dorico come i grandi templi greci. Assaggiamo la deliziosa e ricca cucina trapanese condizionata dalla millenaria mescolanza di razze e tradizioni. In bicicletta conosciamo la città di Trapani fino al sfiorare la Riserva Naturale Orientata delle saline di Trapani e Paceco e percorriamo i luoghi più suggestivi dell’isola di Favignana. Per finire approdiamo all’isola di Mozia l’antica colonia fenicia e concludiamo il nostro soggiorno con una festa contadina in un baglio dove tutt’oggi la vita scorre al ritmo della natura.